Visita al porto di Traiano PDF Stampa E-mail

Introduzione

Dopo la costruzione del Porto di Claudio, inaugurato nel 64 d.C., le accresciute esigenze di rifornimento di Roma imposero la realizzazione di un nuovo bacino portuale, costruito dall'Imperatore Traiano.

Il nuovo porto, di forma esagonale, fu collegato con un nuovo canale al Tevere in modo da facilitare il trasferimento delle derrate a Roma.

 

Descrizione 

Si tratta iniziata di un'area portuale la cui costruzione è stata avviata dall’imperatore Traiano e completata nel 112 d.C.

La struttura portuale comprendeva un bacino esagonale, un canale d’accesso al mare con moli e faro, una darsena ed un canale di collegamento con la "Fossa Traiana", il tutto circondato da edifici di servizio a notevoli dimensioni.

Nell’arco dei secoli, in concomitanza con l’accrescimento della linea di costa, i bacini portuali subirono un insabbiamento naturale. Un affresco del 1582, presente nei Musei Vaticani, mostra quel che sembra una reale veduta a "volo d’uccello", in cui si nota il bacino di Claudio ormai prosciugato, mentre nell’esagono di Traiano, nella darsena e nei canali d’accesso è ancora presente un evidente specchio d’acqua.

A ridosso delle strutture portuali si è sviluppato il centro abitato di Portus, grande quanto la vicina città di Ostia.

 

Appuntamento

Ci vediamo sabato 5 maggio davanti al Museo delle Navi di Fiumicino, via Alessandro Guidoni 35, alle ore 9:15.

 

 

I vecchi magazzini del porto

 

 

Iscriviti alla newsletter

Gruppo Donatori Sangue

Entra a far parte del gruppo di donatori Fulmini & Saette

Pagina Facebook

Segui le attività e gli appuntamenti dell'associazione sulla nostra pagina

5 per mille

Siamo tra le ASD riconosciute dall'Agenzia delle Entrate che svolgono attività di carattere sociale. Per donare scrivete il nostro Codice Fiscale: 97628980589